More
    Guida ai Mutui ConsapSimulazione mutuo Consap

    Simulazione mutuo Consap

    Le variabili che influiscono sull’importo del mutuo Consap con esempi reali di calcolo della rata

    Chiunque sia interessato ad ottenere un mutuo tramite Consap, prima o poi si porrà questa domanda: a quanto ammontano le rate per questo tipo di mutui? Rispondiamo con alcuni esempi di simulazione di un mutuo Consap, presi dai dati reali di alcune banche che consentono l’accesso a questi fondi.

    Da cosa dipende la rata del mutuo Consap

    Prima di richiedere un mutuo Consap, immaginiamo che chiunque sia interessato a comprendere quale sarà l’importo totale della rata.

    Devi sapere che di norma il calcolo è frutto di determinati algoritmi matematici che prendono in considerazione diverse variabili, fra le quali:

    • Valore dell’immobile, che è il minore fra il prezzo di vendita e il valore attribuito dalla perizia;
    • L’importo totale richiesto, tenendo conto degli eventuali anticipi;
    • L’età del mutuatario;
    • Finalità del mutuo stesso: per esempio, è un acquisto o una ristrutturazione?
    • Durata del mutuo;
    • Periodicità delle rate, che possono essere mensili, trimestrali o semestrali;
    • Tasso di interesse, ad esempio fisso o variabile.

    Tieni presente che per alcune categorie segnalate dal Fondo di Garanzia, il tasso effettivo globale (TEG) non può superare il tasso effettivo globale medio (TEGM), risultando così calmierato.

    Vediamo quindi alcune simulazioni di mutuo.

    Simulazione della rata: esempio 1

    Supponiamo che tu stia richiedendo un mutuo Consap con queste caratteristiche:

    • Importo del mutuo: 120.000 euro
    • Tasso di interesse: fisso 2%
    • Durata: 30 anni
    • Tipo di rata: mensile

    Il valore della rata del mutuo Consap sarebbe di circa 443 euro al mese.

    Bisogna sempre tenere presente che si tratta di un importo indicativo, perché può influire sul totale anche l’età del mutuatario; considera inoltre che ogni banca propone soluzioni con caratteristiche e tassi differenti.

    Preventivo di un mutuo Consap: esempio 2

    Ti riportiamo un altro esempio del calcolo della rata, considerando un mutuo con caratteristiche diverse.

    • Importo del mutuo: 150.000 euro
    • Valore dell’immobile: 180.000 euro
    • Età mutuatario: 35 anni
    • Durata: 20 anni
    • Tipo di rata: mensile

    In questo esempio le possibilità sono due: nel caso in cui si scelga il tasso fisso, l’importo indicativo sarebbe di 710 euro, mentre con quello variabile salirebbe a circa 760 euro.

    Rispetto alla precedente simulazione si tratta di un risultato importante, determinato dal fatto che chiaramente l’importo richiesto è maggiore e la durata del mutuo è minore di dieci anni.

    Considera inoltre che il tasso variabile risente delle oscillazioni del mercato, ma si può effettuare una media sommando l’indice finanziario Euribor alla percentuale di spread.

    In ogni caso, si tratta sempre di calcoli approssimativi e per questa ragione ti consigliamo di effettuare diverse simulazioni con istituti differenti per individuare la soluzione più adatta per te.

    Concludiamo con una considerazione: come avrai forse potuto notare confrontando questi esempi con altre simulazioni di mutuo, le rate previste per un mutuo Consap non differiscono rispetto a quelle di un mutuo tradizionale.

    La motivazione deriva dal fatto che ciò che distingue questi mutui rispetto ad altri è la possibilità di accesso al fondo di garanzia; non cambiano invece le caratteristiche specifiche e, di conseguenza, neanche quelle della rata.

    Ti potrebbe interessare anche